Verso Aquileia 2 - Consiglio Regionale

Domenica 5 febbraio 2012 a Zelarino si è riunito il Consiglio Regionale di Azione Cattolica del Triveneto. Dopo l'appuntamento dello scorso mese di aprile, in cui è stata eletta la Delegazione Regionale, questa è stata per tutti i responsabili diocesani di AC la  prima occasione per ritrovarsi e lavorare tutti insieme. Compito principale dell’Incontro  è stato quello di terminare l’elaborazione di un contributo che l’ AC  vuole offrire ai Vescovi del Triveneto in occasione del Convegno Ecclesiale delle Chiese del Triveneto, Aquileia 2.

Il cammino di preparazione a questo importante momento per la nostra Chiesa del Triveneto è iniziato nello scorso mese di Ottobre quando si sono appuntamenti del Consglio Regionale dffuso, in cui la Delegazione si è recata in alcuni punti del Triveneto per incontrare le Presidenze Diocesane. In quelle occasioni i Responsabili hanno avuto modo di raccontare quanto era stato fatto nelle loro Diocesi in preparazione a questo convegno e a fornire un proprio contributo. In seguito, prima il Comitato Presidenti e poi la Delegazione, si sono riuniti per elaborare il contributo che è stato oggetto di discussione nel corso del Consiglio regionale.

Prima di dividerci in gruppi di settore c’è stato un momento unitario di approfondimento sul tema di Aquileia 2 in cui don Franco Gismano, direttore del Centro Pastorale di Gorizia e Membro del Comitato preparatorio di Aquileia2, ci ha guidato nella riflessione attorno al tema: Spazi e prospettive per la missione e l’impegno del laicato associato a partire dal Convegno Ecclesiale di Aquileia 2.

Don Franco dopo aver ripercorso il cammino che ha portato la nostra Chiesa dal Convegno di Aquileia1, svoltosi nel 1991, al Convegno di Aquileia2  ha spiegato come in questo Convegno si voglia, attraverso la narrazione di esperienze, comunicare come si è divenatati cristiani. Don Franco ha poi proseguito il suo intervento affrontando il tema della laicità e spieganado come il compito dei laici associati nella Chiesa e nel Mondo dipende dal rapporto Regno di Dio-Chiesa-Mondo.

Prima della Santa Messa celebrata da Don Enrico, il nuovo Assistente Unitario della Delegazione Regionale, tutti i responsabili si sono riuniti in assemblea per condividere quanto emerso nei lavori di gruppo e proporre come Ragazzi, Giovani e Adulti un loro contributo secondo le proprie sensibilità. Visto che il dibattito è stato ricco di proposte il lavoro non è ancora finito e nei prossimi giorni la Delegazione Regionale avrà il compito di ultimare il contributo accogliendo quanto emerso da tutti i partecipanti.

Galleria Fotografica

Sezione Delegazione: